Skip to content Skip to footer
stella-image-1

La STELLA PSS sarà testata in tre anni a livello di campo, di azienda e di regione in 6 Casi studio pilota (UCPs) che riguarderanno sia colture estensive, frutteti e vigneti, sia aree forestali difficili da raggiungere. Il progetto si concentrerà su 8 diversi patogeni da quarantena e regolamentati non da quarantena (RNQP), con diversa modalità di trasmissione, in 4 paesi Europei con diverse caratteristiche climatiche e la Nuova Zelanda.

tecnologie digitali
per la salute delle piante, il monitoraggio precoce dei patogeni, la sorveglianza territoriale e le misure fitosanitarie

STELLA mira a sviluppare un sistema olistico digitale (STELLA PSS) per aiutare il monitoraggio precoce e il rilievo dei patogeni da quarantena e regolamentati, insieme a una strategia di risposta che usi le moderne tecnologie di monitoraggio e l’intelligenza artificiale.

In più, il progetto STELLA realizzerà delle attività di capacity-building, al fine di fornire ad agricoltori, agronomi e stakeholder le necessarie competenze per utilizzare il sistema STELLA, e incoraggiarli ad adottare metodi di protezione delle colture eco-sostenibili. Le raccomandazioni per le policy che saranno generate attraverso la piattaforma STELLA PSS saranno indirizzate ai policy makers e ai decision makers, al fine di supportare gli obiettivi della Commissione Europea di ridurre l’uso di prodotti per la protezione delle piante, gestendo le comparse di i patogeni prioritari e promuovendo la digitalizzazione dell’agricoltura europea. Sarà inoltre sviluppata una strategia di networking per facilitare lo scambio di idee, far leva sulla conoscenza esistente e rendere possibili le connessioni con le organizzazioni , i cittadini, i progetti e le iniziative rilevanti.

Le sfide
che il progetto STELLA
deve affrontare

STELLA si pone l'obiettivo di affrontare le sfide poste dalle infestazioni di organismi nocivi regolamentati non quarantine (RNQP) e dall'introduzione involontaria di parassiti che possono avere conseguenze significative per l'agricoltura. Attraverso l'implementazione di solide misure di sorveglianza e prevenzione, STELLA mira a mitigare i rischi associati a tali infestazioni e minimizzare il loro impatto sulla produttività agricola.

STELLA riconosce l'importanza cruciale di sistemi di monitoraggio e sorveglianza efficaci per gli organismi nocivi di quarantena e regolamentati non quarantine. Affrontando le carenze nelle infrastrutture di sorveglianza esistenti e potenziando le capacità di monitoraggio, STELLA mira a migliorare la tempestiva rilevazione e risposta alle minacce degli organismi nocivi, salvaguardando così gli ecosistemi agricoli e rafforzando le misure di biosicurezza.

A fronte delle crescenti preoccupazioni relative ai rischi ambientali e sanitari associati ai pesticidi chimici e pericolosi, STELLA si impegna a promuovere pratiche di gestione sostenibile e rispettosa dell'ambiente per la lotta contro gli organismi nocivi. Attraverso lo sviluppo e l'adozione di metodi alternativi di controllo dei parassiti e la promozione di strategie di gestione integrata degli organismi nocivi (IPM), STELLA mira a ridurre la dipendenza dai pesticidi chimici e mitigarne gli effetti negativi sulla salute umana e sull'ambiente.

80
Casi Studio Pilota (UCPs)
80
Patogeni

da quarantena o regolati non da quarantena (RNQP)

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Sii tra i primi a conoscere le novità più recenti del progetto STELLA

it_ITIT